Museo Civico Villa dei Cedri Bellinzona Logo Museo Civico Villa dei Cedri Bellinzona

Ritorna

Condividi  

Enrico Della Torre

1931

Con la generosa donazione di Christa e Enrico Della Torre alla Villa dei Cedri nel 2001, il Museo si è arricchito, in un colpo, di documenti preziosi atti a delineare un itinerario creativo completo attraverso le diverse tecniche, con particolare attenzione all’incisione. Come Massimo Cavalli, il cui fondo è stato costituito a Villa dei Cedri nel 1996, Enrico Della Torre affida la propria crescita creativa al doppio registro linguistico della pittura e dell’incisione, e analogamente all’artista ticinese l’affida in maniera paritaria.

Da un punto di vista artistico, in un centinaio di opere viene sintetizzato un percorso che, se ai suoi esordi si è trovato in tangenza con i modi dell’informale di natura, subito trova una via originale sul filo di una ricerca concentrata sulle linee di struttura dell’immagine, frutto di una straordinaria pulizia di visione.

Verso la fine degli anni Sessanta, la capacità di variazione all’interno di una gamma di toni scuri che dal marrone tendono al nero e la capacità di rivelare in quell’ombra tutto un mondo di presenze nascoste che si definiscono solo lentamente rivelano non solo il grande mestiere di Della Torre, ma fondano le ragioni del fascino irresistibile delle sue composizioni. Vale forse ancora la pena notare la forza di trasposizione e di ricreazione di un proprio universo concessa dall’atto artistico.

Biografia

Nato a Pizzighettone, Enrico Della Torre si diploma nel 1955 all’Accademia di Brera dove conosce l’artista ticinese Massimo Cavalli. Sempre negli anni Cinquanta frequenta anche l’Accademia di Belle Arti di Roma. Così come Cavalli, il lavoro di Della Torre si sviluppa tra la tecnica dell’incisione e quella della pittura. 

Dopo la sua prima mostra personale nel 1956 alla Galleria dell’Ariete a Milano, la sua regolare attività espositiva si svolge in Italia e all’estero, specialmente in Germania, Austria e Svizzera. Il suo riconosciuto lavoro artistico e espositivo viene accompagnato da esperienze didattiche. Dal 1992 insegna tecniche incisorie presso la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.

Enrico Della Torre riceve premi e riconoscimenti per il suo percorso artistico, tra i quali il primo Premio S. Fedele di pittura (1960) e il Premio della Triennale dell’Incisione al Museo della Permanente a Milano (1994). Nel 1999 diventa membro dell’Accademia Nazionale di San Luca.

Vive tra Milano e Teglio, in Valtellina, alternando la sua attività artistica tra i due luoghi.

Enrico Della Torre (Pizzighettone 1931)
Inni alla notte I (Illustrazione per "Hymnen an die Nacht" di Novalis), 1981
litografia su due matrici, 38 x 27.5 cm
Donazione Christa e Enrico Della Torre 2001
Enrico Della Torre (Pizzighettone 1931)
Barca, 1995
pastello e collage su carta applicata su tavola, 29.8 x 41 cm
Donazione Associazione Amici di Villa dei Cedri 1999
Enrico Della Torre (Pizzighettone 1931)
Materie, 1990
pastello su carta, 22.5 x 31 cm
Donazione Christa e Enrico Della Torre 2001
Enrico Della Torre (Pizzighettone 1931)
Paesaggio, 1984
pastello e gouache su carta, 22.5 x 30.5 cm
Donazione Christa e Enrico Della Torre 2001